zonamorta.it Anna Kingsford veggente animalistaSpiritualismo nell’era vittoriana, terza puntata: Anna Kingsford.

Anna Kingsford è una figura chiave per comprendere i motivi per cui l’animalismo e il vegetarianesimo vadano spesso a braccetto con la medicina alternativa, lo spiritismo e la magia.

Figura contraddittoria Anna fu al centro di molte battaglie nel corso dell’ottocento, fu attivista per l’emancipazione femminile, si batté per diffondere la dieta vegetariana e contro la sperimentazione animale, quest’ultima abbracciata dopo aver assistito da studentessa della Faculté de Médecine di Parigi a esperimenti condotti su animali senza alcuna anestesia.

Ma il suo rifiuto del materialismo e le doti da veggente, che le attribuiva il marito, la portarono anche su fronti lontani dalla scienza (non dimentichiamo che lei fu la seconda donna nel Regno Unito a laurearsi in  medicina) o dall’attivismo.

Divenne con la benedizione di Madame Blavatsky presidente della Società Teosofica nel 1883 e sempre con l’approvazione della Blavatsky fondò a Londra l’anno dopo, per contrasti nati all’interno di essa, una loggia teosofica cristiana: la Loggia Ermetica. Che presto si distaccò dalla Società Teosofica per divenire Società Ermetica, con lo scopo di cristianizzare la teosofia.

Anna Kingsford conduce con Maitland esperimenti di visione astrale, anche attraverso l’uso di sostanze psicoattive come il cloroformio. Riferisce di aver ricevuto intuizioni in trance e nel sonno: i suoi resoconti sono stati raccolti nei suoi manoscritti e opuscoli redatti assieme a Edward Maitland.

In una di queste visioni sostiene di aver assistito alla creazione dell’universo.

 

Se ti è piaciuto l'articolo condividi il post sul tuo social network preferito, basta un click su uno dei pulsanti che trovi qui sotto al post, e se ti piace il blog iscriviti alla pagina facebook per restare sempre aggiornato, grazie

(Visited 224 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusby feather