Se ne sono sentite tante sulle malformazioni, sulle anomalie genetiche, ma non si era mai vista prima una bizzarria del genere: un  orecchio che cresce su un braccio!

Nel libro La metà oscura di King e nell’adattamento cinematografico diretto da Romero al protagonista, che soffriva di improvvisi terribili mal di testa, vengono trovati nel cervello resti di un gemello siamese che era stato abortito alla sua nascita… dunque questo orecchio che cresce sul braccio di questo Sterlac, un artista australiano, è un resto di gemello siamese che improvvisamente prende a crescere?

No, niente di tutto questo, si tratta di una performance artistica nel solco della body art. Un’arte estrema che mette in gioco il corpo stesso dell’artista. Sterlic si è fatto impiantare un orecchio in materiale biocompatibile, un orecchio che con il tempo è divenuto parte del suo corpo.

zonamorta.it stelarc orecchio sul braccio

“Da questo orecchio non ci sento!” potrebbe ben dire Sterlic, in effetti ancora non si sente nulla, l’organo è perfettamente irrorato di sangue e cresce, è perfettamente integrato nel corpo dell’artista ma non è attivo, almeno al momento.

Sterlic non vuole certo fermarsi qui… vuole dotare il suo “terzo orecchio” di un apparecchio radio wifi in modo che il suo orecchio possa trasmettere ciò che sente a tutto il mondo… L’orecchio assoluto, insomma…

Sterlic afferma che il corpo è obsoleto e che la moderna chirurgia plastica e la nuova e sempre più sofisticata microchirurgia abbinata alla ricerca sulle interazioni tra biologia e meccanica possono rinnovare il nostro corpo, renderlo tecnologico, un impasto di carne e macchina, come nei sogni o incubi di Cronemberg o nei deliri cyberpunk della saga di Terminator, corpi connessi, che trasmettono, che registrano dati… in attesa del terzo occhio che impiantato non so bene dove possa darci una nuova visione delle cose… il futuro è la nostra fantascienza? Ai posteri…

Se ti è piaciuto l'articolo condividi il post sul tuo social network preferito, basta un click su uno dei pulsanti che trovi qui sotto al post, e se ti piace il blog iscriviti alla pagina facebook per restare sempre aggiornato, grazie

(Visited 518 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusby feather