Il 5 Giugno del 1960 si verificò il più grave massacro mai accaduto nella tranquilla Finlandia. Tutt’ora irrisolto il mistero di Lake Bodom ha ispirato un film horror recentissimo, l’avvincente Lake Bosom di Taneli Mustonen.

Il film, uno dei migliori horror del 2016, non ripercorre le vicende di quell’avvenimento, le evoca soltanto attraverso le parole dei giovani protagonisti e i ritagli di giornale. Il lago di Bodom è diventata un’attrazione infatti per macabre gite, come altri celebri luoghi di delitti particolarmente efferati.

lake bodom

Lake Bodom dista pochi chilometri da Helsinki, la capitale finlandese. D’estate, nonostante la temperatura glaciale delle sue acque, diviene meta di bagnanti, la sera poi è luogo privilegiato per adolescenti vogliosi di sperimentare del buon sesso all’aperto. Numerosi giovani si accampavano sulle rive del lago per bere alcolici e scopare.

Quel giorno 4 adolescenti, le quindicenni Tuulikki Mäki e Irmeli Björklund, e i diciottenni  Nils Gustafsson e Seppo Boisman, stavano trascorrendo una normale serata sulle sponde del lago, quando un sadico armato di coltello li aggredì. Le due ragazze e Boisman furono orrendamente mutilati e uccisi. Nils Gustafsson se la cavò con qualche lieve ferita.

lake bodom le vittime

La polizia finlandese brancolò nel buio per molto tempo. La mancanza di un movente e la povertà di mezzi, oltre all’arretratezza, all’epoca, degli strumenti scientifici di indagine, rendevano impossibile risolvere il caso. Negli anni 70 un mitomane, che all’epoca aveva un chiosco di bibite lungo il lago, confessò i delitti in una lettera. In seguito però la polizia accertò che l’uomo aveva un alibi robusto quella notte, confermato dalla moglie che era a letto con lui.

Nel 2003 un medico pubblicò una teoria sull’omicidio. Attribuì i delitti a un tedesco che in realtà  sarebbe stato un agente della Stasi, la polizia politica segreta della Germania Est. Per questo secondo lui non fu possibile procedere nella soluzione del delitto che fu insabbiato per ragioni politiche.

Un anno dopo il caso venne riaperto e per il triplo omicidio fu accusato l’unico superstite. Grazie alle nuove tecnologie e strumenti di indagine moderni venne appurato, analizzando il sangue rinvenuto sui suoi vestiti, che egli stesso sarebbe stato l’aggressore. Il movente era la gelosia  nei confronti della sua nuova ragazza Irmeli Björklund, sulla quale l’assassino si era particolarmente accanito. Tuttavia alla fine del processo Nills venne scagionato, per l’entità delle ferite riportate il tribunale stabilì che non potesse essere in grado di uccidere a quel modo i tre ragazzi.

lake bodom 2016

Il film Lake Bodom parla di 4 adolescenti che vogliono indagare sul caso irrisolto, almeno questa sarebbe la scusa ufficiale per portare le due ragazze sul lago allo scopo di farsele. Per uno di loro l’assassino è ancora in giro, ha con sé delle foto prese dalla scena del crimine, vecchi ritagli di giornale. La storia ha più colpi di scena che ribaltano le idee che fino a quel momento ci siamo fatti sui protagonisti, evito dunque di rovinarvi il film. Vi basti sapere che il film è davvero costruito in modo intelligente, con un intreccio che non mancherà di spiazzarvi. La fotografia è cupa. Gli attori sono ben diretti, se pensiamo che erano alla prima prova cinematografica. Si fa notare la biondissima Nelly Hirst-Gee, con i suoi occhi glaciali e le sue forme mozzafiato. Una regia che non perde mai il ritmo, nonostante i frequenti flashback necessari alla comprensione degli eventi. Tutto il film è pervaso da un’atmosfera perversa che in parte seduce, in parte ci tiene in ansia. Davvero ben riuscito e violento.

Link per l’acquisto del dvd: Lake Bodom 2016

 

Se ti è piaciuto l'articolo condividi il post sul tuo social network preferito, basta un click su uno dei pulsanti che trovi qui sotto al post, e se ti piace il blog iscriviti alla pagina facebook per restare sempre aggiornato, grazie

(Visited 117 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusby feather