Tutti abbiamo delle fobie o paure più o meno confessabili, le più diffuse sono quelle di diventare poveri, di ammalarci, di perdere qualcosa, poi vi sono paure più peculiari, come l’agorafobia (paura degli spazi aperti), la claustrofobia (paura degli spazi ristretti) e altre diffuse paure che in taluni casi possono essere anche invalidanti, rendendo difficile la vita sociale, il lavoro, la normale vita quotidiana.

Ma le fobie che vado ad elencare sono estremamente più rare e decisamente più bizzarre legate come sono a situazioni molto specifiche…

Agyrofobia: paura degli incroci

zonamorta.it strana paura degli incroci agyrofobia

Gli agyrofobici hanno paura di strade che attraversano autostrade e altre strade, o hanno paura delle strade stesse. Questo, naturalmente, rende molto difficile la vita in una città, specialmente una grande città. La parola deriva dal  greco gyro che significa girare o vorticoso.

La fobia si presenta sotto varie forme, i malati possono temere strade larghe oppure strade urbane ad una sola corsia, e possono temere di attraversare una strada anche su un cavalcavia o aver paura di un incrocio. Questa fobia è considerata indipendente dalla paura delle automobili.

Mageirofobia: paura di cucinare

zonamorta.it paure strane benedetta parodi

La bizzarra paura di cucinare si chiama mageirofobia dal greco mageirokos che significa persona esperta in cucina. Questa paura apparentemente innocua, in alcuni casi visti i risultati potrebbe persino essere benedetta, può essere invalidante perché spinge le persone a vivere da soli e mangiare in modo malsano: mangiare cose crude o poco cotte o ancora congelate o mangiare cose pronte.

Chi soffre di questo disturbo si trova in difficoltà di fronte a persone che sanno cucinare, provano sentimenti di inadeguatezza e proporgli di vedere una puntata di Masterchef equivale ad invitarli al suicidio. Una paura correlata è la cosiddetta Parodifobia, molto diffusa ultimamente è la paura che Benedetta Parodi si presenti a casa tua per cucinare.

Pediofobia: paura delle bambole

zonamorta.it paura delle bambole

Pediofobia è la paura irrazionale delle bambole. Non solo bambole inquietanti come quella nella foto,  tutte le bambole. A rigor di termini,  è l’orrore di trovarsi di fronte ad una “falsa rappresentazione di esseri senzienti”, così comprendendo anche robot e manichini,  può rendere decisamente difficile lo shopping.

Questa fobia non deve essere confusa con la pedophobia o Pediafobia che è la paura dei bambini. Sigmund Freud credeva che il disturbo potesse scaturire dalla paura che la bambola possa prendere vita, l’esperto di robotica Masahiro Mori ha ampliato quella teoria affermando che più una cosa diventa simile all’uomo più appaiono repellenti gli aspetti non umani.

Deipnofobia: paura delle conversazioni durante le cene

zonamorta.it paura delle cene

 Questa paura è considerevolmente più frequente nei periodi di festa quando giocoforza occorre presenziare a cene con frotte di parenti e sorbirsi conversazioni barbosissime con parenti che in effetti durante il resto dell’anno eviti in tutti i modi. Ma a parte gli scherzi le persone terrorizzate dal fatto che  qualcuno possa rivolgere loro la parola durante una cena temono forse di apparire maldestre o fuori luogo mentre addentano una coscia di pollo o arrotolano il sushi.

Penterafobia: paura della suocera

zonamorta.it paura della suocera

Di tutte le fobie di questo elenco, la penterafobia è probabilmente la più comune. Si tratta della paura della suocera, la propria ovviamente. Sono sicuro che la maggior parte delle persone sposate hanno, una volta o l’altra, sofferto di questa terribile paura. Questa paura è così diffusa nella civiltà occidentale che è presente molto spesso nei film.

Tra le terapie più efficaci c’è sicuramente il divorzio.

Le paure bizzarre non finiscono qui, seguite questo blog per conoscerne altre.

Se ti è piaciuto l'articolo condividi il post sul tuo social network preferito, basta un click su uno dei pulsanti che trovi qui sotto al post, e se ti piace il blog iscriviti alla pagina facebook per restare sempre aggiornato, grazie

(Visited 645 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusby feather