H.P. Lovecraft con i suoi racconti ha ispirato innumerevoli registi e sceneggiatori, oltre ad avere influenzato tutti gli scrittori horror successivi (King e Barker per esempio).

Direttamente o indirettamente i suoi “Antichi”, le sue deliranti visioni, il suo concetto di spazio ha generato una quantità mostruosa di epigoni e di film più o meno riusciti. Per questo ho pensato di stilare una classifica dei migliori film ispirati ai suoi racconti. Ma prima una piccola premessa. Quali elementi deve avere un film per essere considerato lovecraftiano? Beh non è difficile se si conosce bene lo scrittore. I temi di Lovecraft sono l’orrore per lo spazio profondo, un orrore generato dal senso di vastità ignota che ne abbiamo noi umani, un orrore ateo perché lo spazio profondo non è abitato dal buon Dio ma da mostri spaventosi; il ritrovamento di resti antichi, di culti immondi che preesistono alla nascita del genere umano, in particolare il culto dei Grandi Antichi, mostri smisurati che dimorano sotto le montagne, negli abissi marini o nelle vastità dello spazio, questi Antichi sono divinità dai nomi impronunciabili che un giorno torneranno per spazzare via la razza umana; l’esistenza di un’altra dimensione, l’altrove, e di porte di comunicazione che una volta aperte daranno accesso nel nostro mondo a mostri e creature spaventose; una sinistra concezione della scienza usata a fini malvagi da uomini senza scrupoli o invasati che  hanno intuito l’esistenza di altri mondi o che vogliono servirsene per superare i limiti umani.

In questo elenco di film sono compresi film che citano direttamente i racconti di Lovecraft e che dunque sono da considerarsi tratti da opere dello scrittore di Providence e film invece che pur ispirati da quei racconti non ne prendono direttamente le mosse nel narrare la storia. In coda all’articolo vi lascio i link per acquistare il volume che racchiude tutti i racconti di Lovecraft e i link per acquistare i DVD di alcuni film citati.

1 Dagon (2001) di Stuart Gordon

Per me il film più riuscito tratto dai racconti del maestro, in questo caso La maschera di Innsmouth e Dagon. Stuart Gordon è un appassionato lettore di Lovecraft tanto da avergli dedicato buona parte della sua cinematografia, in questa classifica sono presenti altri due suoi titoli. Di Dagon avevo già parlato qui nell’articolo I migliori film horror del nuovo millennio,  per cui non mi dilungo. Basti dire che è un film che mi rivedo sempre volentieri quando ho voglia di vedere un film ben fatto che sa evocare con maestria le emozioni che si provano leggendo Lovecraft.

2. Il seme della follia (1994) di Carpenter

il seme della follia carpenter lovecraft

Carpenter è un regista che amo e uno dei più importanti per me  degli anni 80. L’autore di Halloween, Distretto 13, Grosso guaio a Chinatown, 1999 Fuga da New York e La cosa si cimenta per la prima volta con un’opera sfacciatamente ispirata a Lovecraft, ai miti di Cthulhu in particolar modo.  La trama è semplice: un assicuratore deve indagare se la scomparsa di un noto scrittore di libri horror è autentica o è solo una trovata pubblicitaria. Scoprirà che Sutter Cane, lo scrittore scomparso, ha molto a che fare con l’epidemia di follia scoppiata nel mondo. Il film è zeppo di riferimenti a Lovecraft, alle atmosfere dei suoi racconti, ai suoi personaggi e alle sue creature. Un film delirante, onirico, probabilmente il capolavoro di Carpenter.

3 From Beyond (1986) di Stuart Gordon

Altro gioiello di Gordon tratto dai i racconti di Lovecraft. Questo From Beyond è liberamente tratto dal racconto omonimo. In questo film uno scienziato malato, interpretato dallo stesso protagonista di Re-animator, inventa una macchina fantastica in grado, grazie alle stimolazione della ghiandola pineale, di entrare in contatto con l’Altrove; un mondo parallelo dove però vivono creature spaventose; i figli dei Grandi Antichi che dominavano la terra prima degli uomini e che nelle profezie di Lovecrat torneranno a farlo prima o poi.

 

4 Re-Animator (1985) di Stuart Gordon

re-animator gordon lovecraft

Da Herbert West, rianimatore Stuart Gordon gira il suo film d’esordio, un esordio col botto perché il film è uno dei migliori horror degli anni 80. Il film segue abbastanza fedelmente il racconto aggiungendo solo lo splatter e l’erotismo nello spirito di quegli anni. Riesce a restituire il senso della dannazione dello scienziato pazzo, la sua ossessione malata che lo conduce a violare i limiti imposti dall’etica per risvegliare i  morti.

5 La città dei mostri (1963) di Roger Corman

la città dei mostri corman lovecraft

Non potevo non includere un classico di Corman, uno dei suoi film più inquietanti. Dopo una serie di film ispirati all’opera di Poe, Corman decide di omaggiare l’altro grande scrittore americano, concependo un film interamente carico di temi e nomi lovecraftiani. A cominciare dal nome del protagonista Dexter Ward e da quello della città, Arkham. Gli abitanti colpiti dall’antica maledizione che si trasformano in mostri ricorda La maschera di Innsmouth e L’orrore di Dunwich. Benché citi a mani piene da Lovecraft questo rimane però un classico film cormaniano, con il personaggio sinistro rinchiuso nel suo castello e un’atmosfera di dannazione che grava sulla vicina cittadina. Un classico che va rivisto a tutti i costi e che omaggia pienamente il genio di Providence.

6 La Casa (1981) di Sam Raimi

la casa di sam raimi evil dead necronomicon

Alcuni saranno sorpresi se includo questo autentico film di culto nonché capolavoro di Raimi. Evil Dead, questo era il titolo originale, parla di demoni risvegliati dalle formule scritte in un libro maledetto rilegato in pelle umana e scritto con il sangue: il Necronomicon. Non aggiungo altro anche perché questo è l’unico collegamento con Lovecraft, il Libro dei morti compare anche negli altri capitoli della saga di Evil Dead.

7 Quella casa nel bosco (2011) di Drew Goddard

Questo film recentissimo ha come impianto di base il tema dei Grandi Antichi. La storia ruota attorno infatti a dei laboratori segreti sotterranei sparsi per la terra che offrono in pasto degli esseri umani a mostri di varia natura, per placare la sete degli Antichi, mostri enormi che vivono nei recessi della terra e che minacciano di distruggere l’umanità. Film divertente, intelligente, che si prende poco sul serio ma che spaventa molto più di film horror che pretendono di spaventare con le solite trovate. Una sottile presa in giro di molti luoghi comuni dell’horror ma anche un omaggio di cuore a Evil Dead e a Lovecraft.

Tutti i romanzi e i racconti di H.P.Lovecraft

Dagon

Il seme della follia

Re-animator

Evil dead

Quella casa nel bosco

 

Se ti è piaciuto l'articolo condividi il post sul tuo social network preferito, basta un click su uno dei pulsanti che trovi qui sotto al post, e se ti piace il blog iscriviti alla pagina facebook per restare sempre aggiornato, grazie

(Visited 194 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusby feather