Un “importante” geologo russo ha recentemente affermato che le misteriose tracce rinvenute in Turchia nella  Valle Frigia sono state fatte da automobili preistoriche giganti, milioni di anni fa.

Ma chi è questo “importante” geologo? Si chiama Alexander Koltypin,  ed è il direttore del Centro di Ricerca di Scienze Naturali all’Università internazionale “indipendente” di Ecologia e Politologia di Mosca. Non proprio un’università di prestigio direte voi maledetti scettici…

Alexander Koltypin

Egli ha concepito questa “teoria” dopo essere tornato da una “gita” di tre giorni in quel sito assieme a tre autorevoli colleghi il cui nome non ci è pervenuto.

“Come geologo, posso certamente dirvi che antidiluviani fuoristrada sono stati  guidati da sconosciuti autisti circa 12-a-14 milioni di anni fa”, ha affermato ai suoi sbigottiti interlocutori.

Koltypin a sostegno della sua bizzarra teoria ha affermato che è evidente che si tratta di tracce lasciate da veicoli, perché la distanza tra le tracce è sempre la stessa.

Si può supporre che questi antichi e giganteschi veicoli guidassero su terreni soffici, probabilmente bagnati, è a causa del loro peso che i solchi sono così profondi. Evidentemente c’era molto traffico all’epoca e così i solchi sono rimasti in modo indelebile e poi si sono pietrificati un po’ come le impronte di dinosauri trovate.

Koltypin ritiene che i veicoli fossero guidati da esseri non appartenenti alla civiltà umana, probabilmente erano veicoli adatti al fuoristrada, i proprietari appartenevano ad una civiltà che esisteva prima della creazione del nostro mondo.

Alexander Koltypin 24

Lo “scienziato” ha ovviamente affermato che le sue teorie sono considerate bizzarre negli ambienti scientifici perché confuterebbero le teorie classiche…

 

 

Se ti è piaciuto l'articolo condividi il post sul tuo social network preferito, basta un click su uno dei pulsanti che trovi qui sotto al post, e se ti piace il blog iscriviti alla pagina facebook per restare sempre aggiornato, grazie

(Visited 262 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusby feather