Cari amici eccoci alla terza puntata della rubrica “Film Maledetti”. Oggi parleremo di Poltergeist,  un film di grande successo negli anni 80 che ebbe sinistre conseguenze su alcuni dei suoi interpreti.

poltergeist film maledetti

Poltergeist è un film del 1982 per la regia di Tobe Hooper e la produzione esecutiva di Spielberg.  Già durante la lavorazione ci furono dei problemi. La personalità di Spielberg innanzitutto che toglieva a Hooper molta libertà creativa. Sono noti i conflitti di attribuzione su chi sia il vero regista e in genere si tende in favore di Spielberg, che probabilmente ha finito per prevalere su Hooper. L’assenza di morti truculente e di sangue la dice lunga su quale stile abbia prevalso alla fine. L’autoritarismo del regista produttore è peraltro noto, un litigio sul set con lui può costare la carriera. Ne sanno qualcosa altri registi che per anni non hanno più lavorato. Alla fine Hooper per non rischiare  ha preferito assecondare la prepotenza del regista di ET. Ma a parte queste schermaglie ben altri problemi resero Poltergeist un film maledetto. julian beck poltergeist film maledetti

Ben 4 attori di quel film morirono dopo la fine delle riprese. Se Julian Beck morì per un tumore allo stomaco, Will Sampson (il nativo americano famoso per Qualcuno volò sul nido del cuculo) per una complicazione durante un trapianto, la sorte della giovanissima protagonista Heather O’Rourke e la morte violenta di Dominique Dunne suscitarono perplessità.

La piccola Heater interpretava uno dei ruoli chiavi del film, era la bambina che veniva rapita dalle entità demoniache. Morì a soli 12 anni per il morbo di Chron che gli fu diagnosticato mentre lavorava a Poltergeist III.

Heather O'Rourke poltergeist film maledetti

Dominique Dunne invece fu uccisa dal suo ex fidanzato poche settimane dopo la conclusione della lavorazione del film.

Un aspetto che alimenta la leggenda della maledizione è dovuto alla scelta registica di impiegare veri scheletri umani nella scena finale del film, quella della piscina. La scelta fu motivata dai costi ridotti per l’epoca rispetto alla produzione di scheletri di plastica realistici.

Alcuni sospettano che la scelta di Spielberg di non firmarsi in prima persona come regista del film fosse legata proprio alla maledizione. Non possiamo saperlo anche se io propendo per una scelta del tutto in linea con certe esigenze produttive, ricordo che in quel periodo Spielberg stava già girando E.T.

Un’altra curiosità di Poltergeist: Will Sampson ottenne il permesso di compiere un esorcismo nella casa dove fu girato il film perché il nativo aveva avvertito delle presenze maligne.

Se ti è piaciuto l'articolo condividi il post sul tuo social network preferito, basta un click su uno dei pulsanti che trovi qui sotto al post, e se ti piace il blog iscriviti alla pagina facebook per restare sempre aggiornato, grazie

(Visited 51 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusby feather